STAGE E SEMINARI


Davide Perino
"Recitare coi respiri di un altro" - Stage di doppiaggio


Sono invitati a partecipare allo stage attori, cantanti o fan di qualsiasi età, professionisti e non, che vogliano conoscere meglio il mestiere del doppiatore attraverso la guida, i consigli e le indicazioni di un doppiatore di fama nazionale.
Lo stage prevede una simulazione del lavoro del doppiatore; i partecipanti, dotati di microfono e cuffia, sono invitati a prestare la propria voce a video pubblicitari, scene tratte da cartoons, serie televisive o film, guidati dall'esperienza di Davide Perino
Per dedicare un tempo adeguato a ciascuno, è previsto un numero massimo di 15 interpreti. E' inoltre possibile partecipare al seminario in qualità di uditori, per i quali non è previsto un limite numerico.

Vittorio Matteucci
"La voce non mente" - Stage di canto e recitazione


Sono invitati a partecipare allo stage cantanti e attori di qualsiasi età, professionisti e non, che vogliano conoscere meglio il proprio mestiere attraverso i consigli e le indicazioni di un artista di fama nazionale.
Lo stage prevede l'esibizione di uno o più brani da sottoporre al giudizio di Vittorio Matteucci per consigli e aggiustamenti. Per dedicare un tempo adeguato a ciascuno, è previsto un numero massimo di 25 interpreti. E' inoltre possibile partecipare al seminario in qualità di uditori, per i quali non è previsto un limite numerico.

Jurij Ferrini
"Il teatro che accade" - Stage di teatro e interpretazione


Sono invitati a partecipare allo stage attori di qualsiasi età, professionisti e non, che vogliano conoscere meglio il proprio mestiere attraverso i consigli e le indicazioni di un artista di fama nazionale.
Lo stage prevede due fasi di lavoro.
Al mattino è programmata un'esibizione singola o di coppia di un testo teatrale imparato a memoria da presentare al regista. Al pomeriggio, invece, si provvede alla messa in scena di un copione consegnato in fase di iscrizione ai partecipanti con l'obiettivo di lavorare sui dialoghi; in un primo momento gli attori sono invitati a montare in gruppo i dialoghi consegnati. A seguire, il testo viene presentato a Ferrini che ne curerà la regia e la resa scenica.
NB. Il copione assegnato prevede una parte complessiva di massimo una pagina; la scelta del testo è effettuata dagli organizzatori tramite sorteggio e, pertanto, non è possibile chiederne la sostituzione o il cambiamento. Per dedicare un tempo adeguato a ciascuno, è previsto un numero massimo di 25 interpreti. E' inoltre possibile partecipare al seminario in qualità di uditori, per i quali non è previsto un limite numerico.